SAFARI AL SUD NEL SELOUS

Un tour all’insegna del safari nel maestoso Sud, partendo da Dar es Salaam la più grande città della Tanzania, arrivando fino alla Riserva Faunistica del Selous una delle riserve più grandi al Mondo, passando così tre giorni passando emozionanti esperienze in safari come la barca a piedi o in 4×4 all’interno della Riserva.

safari al sud

5 giorni

1 Dar es Salaam

2 Rufiji

3 Dar es Salaam

Dar es Salaam

Partenza da Milano con volo di linea via scalo con pasti a bordo. In serata arrivo all’aeroporto Internazionale di Kilimanjaro e dopo il disbrigo delle formalità aeroportuali, incontreremo il nostro personale parlante italiano per il trasferimento privato al Lodge. Pernottamento.

1° giorno

SDT racconta:

underline120

È la più grande e più importante città della Tanzania, Dar es Salaam. Da dormiente villaggio di pescatori, ha saputo trasformarsi in una metropoli dall’aria tropicale, con quattro milioni di abitanti e interessanti attrattive.
L’architettura di Dar es Salaam è uno straordinario mix d’influenze africane,arabe, indiane e tedesche. E la sua posizione sull’Oceano Indiano le regala un’aria esotica, tra spiagge da sogno e grattacieli, paradisiache isole e locali alla moda. Tra le architetture più belle troviamo la St. Joseph’s Cathedral, chiesa cattolica in stile gotico che – con le sue guglie – spicca tra gli edifici più moderni: recarsi qui la domenica mattina, permette di ammirarne gli spettacolari interni mentre risuonano le note del coro.
Anche se, per vivere il cuore autentico di Dar es Salaam, è necessario recarsi al Kivukoni Fish Market, il suo mercato del pesce. È questo il posto migliore per assistere alla fusione di culture, e per “fare affari” in un ambiente tradizionale tanzaniano: qui potrai scattare foto ai pescatori che scaricano i pesci lungo le banchine, ma è necessario avere uno stomaco forte visti gli odori e le centinaia di pesci eviscerati. Se si vogliono acquistare invece sculture o oggetti d’artigianato, meglio optare per l’altrettanto tradizionale Mwenge Woodcarvers Market.

Il fiume Rufiji

Sveglia di buon mattino e partenza in direzione della RiservaNaturalistica di Selous. Durante il tragitto effettueremo una fermata per il pranzo al sacco. Ripartenza per il nostro lodge, dove tutte le tente si affacciano sul bordo dell’ arrocato e possente fiume Rufiji. Arrivo al lodge e assegnazione delle camere. Nel pomeriggio partenza per un’ emozionante safari in barca sul fiume, dove incontreremo ippopotami e coccodrilli nel loro habitat naturale. La guida ci illustrerà la vita di avifauna e flora autoctona. Il fiume Rufiji offre il più emozionante safari in barca nella Riserva Naturalistica di Selous, casa di ippopotami e coccodrilli che incontreremo nel nostro safari in barca. Il Selous ospita anche buffali, waterbucks, impala, elefanti e leoni avvistabili facilmente lungo le rive del fiume. Cena e pernottamento.

2° giorno

Riserva faunistica di Selous

Giornata intera dedicata al safari all’interno del Selous in compagnia di un esperto ranger in fuoristrada 4×4. Questa Riserva è rinomata per essere un luogo poco frequentato dalla massa. La Riserva prende il nome da Frederick Courtney Selous, capitano dei Regi Fucilieri Britannici, che morì nel 1917, definito il più grande cacciatore bianco in Africa. Nel 1905 divenne riserva di caccia e oggi è una delle Aree protette più grandi dell’intero pianeta, con una superficie di circa 48.000 kmq (più estesa della Svizzera), pari al 6% circa della superficie dell’intera Tanzania. E’ l’ambiente ideale per ospitare quella che viene definita la più grande popolazione di mammiferi (circa 750.000) di tutta l’Africa: elefanti (dei quali si può ammirare la migrazione, durante la stagione secca, verso il Mozambico), bufali, ippopotami, coccodrilli, licaoni, leoni, leopardi, ghepardi e più di 400 specie di uccelli diversi. Ben tre fiumi, il Rufiji, il Beho Beho e il Ruaha, riforniscono d’acqua il Selous, dando origine a un’insieme di ecosistemi unico al Mondo: foreste dal fitto fogliame; radure disseminate di baobab, ebani, acacie; piane di terra; paludi e lagune tra i meandri dei fiumi, bordate di palme. Cena e pernottamento.

3° giorno

SDT racconta:

underline120

Con i suoi 55.000 kmq di superficie il Selous è la più grande Riserva Naturalistica nonché Area Protetta d’Africa, una delle più grande di tutto il Mondo. Fa parte di un ecosistema ancora più vasto, che si estende fino in Mozambico nella Reserva do Niassa. Grande più della Svizzera, senza alcun insediamento umano, la Riserva Faunistica di Selous è un universo selvaggio di grande bellezza e varietà, solo la porzione settentrionale, percorsa dal Fiume Rufiji, è aperta al turismo. Il Selous ospita la più grande quantità di animali di qualsiasi altra area protetta della Tanzania: 60.000 elefanti, 40.000 ippopotami, 3500 leoni, 1300 licaoni (i predatori ormai più rari in assoluto), 5000 antilopi nere, 130.000 bufali, circa 450 specie di uccelli. Prevalentemente pianeggiante e caratterizzato da temperature più elevate rispetto ai Parchi del circuito Nord, il Selous comprende ambienti molto diversi: foreste di miombo, radure disseminate di baobab, ebani, acacie, colline sassose dall’erba rasa, piane di terra scura inondate durante la stagione delle piogge, paludi e laghi tra i meandri del Rufiji. Qui la densità turistica è decisamente inferiore rispetto ai più frequentati Parchi del Nord e la maggior parte delle strutture si concentra lungo il corso del fiume. Nella Riserva Selous, oltre ai fotosafari in fuoristrada, è possibile effettuare safari a piedi e safari in barche a motore lungo il Fiume Rufiji. La relativa vicinanza alla costa e alle isole della Riserva Selous rende facile l’abbinamento con un’estensione mare. La visita al Selous è comunemente consigliata nel periodo da Giugno a Dicembre. I mesi di Marzo e Aprile sono in assoluto i più piovosi.

Riserva Faunistica del Selous

 Giornata dedicata al safari con la partenza di prima mattinata per una passeggiata naturalistica nel bush della riserva, dove saremo accompagnati dai ranger del lodge. Rientriamo al lodge dopo aver incontrato parecchi animali soprattutto durante la stagione secca, il parco ospita: zebre, gnu, alcelafi, kudu minori, dik-dik, numerose specie di gazzelle, bufali, giraffe, elefanti, felini quali ghepardi e leoni. resto della giornata dedicata ai safari all’interno del Parco Nazionale Tarangire con rientro al lodge per i pasti. Possibilità inoltre di partecipare al safari notturno incluso.

4° giorno

Rientro in Italia o per altra destinazione

Dopo colazione trasferimento in aeroporto.

*Possibilità (su richiesta) di proseguimento tour oppure estensione mare.

5° giorno