Sistema cardiovascolare di una giraffa

22 Set 2020

giraffe 1124451 960 720

da  National Geografic…

La giraffa ha un sistema cardiovascolare complesso ed è unica tra i mammiferi per avere una testa che può essere fino a 3 m sopra il suo cuore. Per fornire alla sua testa nutrienti e ossigeno sufficienti, il cuore della giraffa deve quindi pompare abbastanza forte da superare l’enorme pressione idrostatica generata dall’alta colonna di sangue nel collo. Ciò si traduce nella giraffa che ha una pressione sanguigna estremamente alta (280/180 mm Hg) e un battito cardiaco fino a 170 battiti al minuto. La ricerca ha rivelato che la pressione arteriosa vicino al cuore  è circa il doppio di quella negli esseri umani, per fornire un afflusso di sangue più normale al cervello. Grazie ai loro enormi polmoni che possono contenere 55 litri d’aria, sono anche in grado di immettere molto ossigeno nel sangue. In precedenza si pensava che una giraffa avesse un cuore davvero grande, ma recenti ricerche hanno rivelato che non c’è spazio nella cavità corporea per questo. Invece,  ha un cuore relativamente piccolo e la sua potenza deriva da un battito molto forte a causa delle pareti incredibilmente spesse del ventricolo sinistro.   Per proteggere il cervello la giraffa fa improvvisi cambiamenti della pressione sanguigna quando abbassa la testa per bere, ha valvole per fermare il riflusso del sangue e vasi con pareti elastiche che si dilatano e si restringono per gestire il flusso.